Skip to content Skip to footer

MENU

Nelle attività che si svolgono durante Testimonianze ricerca azioni ha sempre un ruolo centrale il lavoro artistico nel suo nucleo processuale. Questa parte della ricerca risulta essere la più significativa per chi indaga le possibilità del teatro, i suoi motivi, e la più viva e ricca per coloro che come spettatori sentono realmente il bisogno di interrogarsi sul senso di quest’arte […]. Teatro Akropolis ha da subito privilegiato questa prospettiva, portando avanti progetti di residenza, seminari, convegni e iniziative editoriali volte a dare spazio alla riflessione che precede, e sostanzia, gli esiti sulla scena. Quest’anno, oltre agli spettacoli, abbiamo concentrato l’attenzione proprio sulle residenza creative, ovvero su un progetto, condiviso e sostenuto dalle istituzioni, che permette a questa città, e a questa regione, di dialogare con il resto del Paese su uno dei temi centrali intorno alla sostenibilità e i sistemi di produzione. Si tratta di una importante riflessione sulla necessità di indipendenza nel definire i percorsi intellettuali e artistici dei singoli artisti e gruppi, alla luce della crisi evidente degli usuali sistemi di finanziamento e della sordità intorno ai temi della ricerca. Altri capitoli di questa edizione di Testimonianze ricerca azioni riguardano i laboratori (quest’anno una proposta che interessa le più diverse tipologie di approccio al lavoro dell’attore), i convegni (uno che riguarderà proprio la pratica delle residenze artistiche e un altro ispirato alla relazione tra il lavoro sulla scena e quello che lo precede e lo ispira), le pubblicazioni […] e ovviamente le possibilità di incontrare e dialogare con gli artisti che per qualche tempo saranno con noi in teatro.
L’occasione è, ancora una volta, quella di potersi addentrare il più possibile nei processi di ricerca degli artisti, vivere le loro pratiche, frequentare i loro saperi. Questo crediamo sia uno dei doveri di chi gestisce uno spazio. A prescindere dai gusti. A prescindere dai finanziamenti. A prescindere da chi si autoproclama una comunità in difesa del teatro tutto e a prescindere quindi dai più vari deliri di onnipotenza. A prescindere dalla propria storia personale. Che ha tra l’altro valore solo quando, e se, è utile a mettere in discussione le cose che ci sono.


(C. Tafuri, D. Beronio, Prefazione, in Iid. (a cura di), Teatro Akropolis. Testimonianze ricerca azioni, vol. VI, Genova, AkropolisLibri, 2015)

Teatro akropolis
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, ricevi in anteprima informazioni su spettacoli, eventi, libri, corsi e accedi a promozioni speciali.

Teatro Akropolis ETS © 2024

Go to Top