Skip to content Skip to footer

MENU

Nel gioco degli scacchi lo Zugzwang indica il momento in cui si è obbligati a fare una mossa, nonostante ci si senta impossibilitati a farlo, poiché si sa che, muovendo, qualcosa andrà sicuramente perduto, se non addirittura tutto. E allora cosa muovere, e soprattutto come muovere? Fino a che punto il movimento è uno slancio vitale e quando diventa una fuga o uno stallo?

Elisabetta e Gennaro Lauro pur con percorsi diversi, condividono un fondamentale interesse per il movimento come veicolo di contenuti emozionali o simbolici, ricercando come il corpo possa farsi segno anche di quanto non può essere detto. Elisabetta, dopo gli studi alla Folkwang Universität, ha lavorato per lo Staatstheater Kassel. Ha danzato, tra gli altri, per Malou Airaudo, Kuo-Chu Wu, Johannes Wieland, Rootlessroot e nel Sacre di Pina Bausch. Ha creato Hay un No Sé Que No Sé Donde e (zero) con César Cuenca Torres e infine nel 2021 il suo primo solo, Regenland. Gennaro Lauro si è avvicinato alla danza dopo gli studi di Filosofia e Lingue Orientali, lavorando, tra gli altri, per Giorgio Rossi, Cindy Van Acker e Romeo Castellucci. Dal 2018 a oggi ha creato Sarajevo e Mondo.

 

Progetto selezionato per ResiDance 2022 – Azione del Network Anticorpi XL. 

In residenza a Teatro Akropolis a ottobre e novembre 2022. 

Previous slide
Next slide

Ph. Sydney Mexea

Teatro akropolis
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, ricevi in anteprima informazioni su spettacoli, eventi, libri, corsi e accedi a promozioni speciali.

Teatro Akropolis ETS © 2024

Go to Top