Skip to content Skip to footer
Caricamento Eventi

Spettacolo in forma di studio e incontro con gli artisti, presentato al termine della residenza artistica svolta a Teatro Akropolis.

VOICE OVER è una struttura coreografica individuale e collettiva che si sviluppa tra consonanze e dissonanze concentrandosi sul senso del movimento. Una voce fuori campo, una voce fuori dal campo uditivo del pubblico, una voce dentro il campo uditivo delle performer, una voce che è parte fondante nella scena. Una voce che aleggia nei corpi evitando il passaggio alle orecchie di chi guarda. Quali sono le parole che dalle orecchie passano in quei corpi nella scena? Quali le istruzioni? Quale il discorso? Tutto ciò non è dato di sapere. Percepiamo un’accidentalità, un processo che non afferma nulla se non la sovranità dell’accidente, l’affiorare di qualcosa che allude al profondo, che spinge verso la caduta. Un’indagine sull’informe attraverso accostamenti, montaggi, somiglianze dissimili che fanno emergere l’imprevisto.

Concept e coreografia: Paola Bianchi | danzato da: Barbara Carulli, Sara Cavalieri, Valentina Foschi e sette danzatrici | Sound design: Stefano Murgia | Lighting design: Paolo Pollo Rodighiero | Collaborazione artistica: Roberta Nicolai | Residenze artistiche: ATCL Lazio, Teatro Akropolis | produzione: PinDoc | coproduzione: Liberty / Stagione Agorà, Teatri di Vetro | Con il contributo di: MiC, Regione Siciliana

realizzato nell’ambito del progetto Voci dalla storia ideato da Liberty e sostenuto da Unione Reno Galliera, Città Metropolitana di Bologna, Comuni di Baricella, Granarolo dell’Emilia, Malalbergo e Minerbio, Parco della Memoria Casone del Partigiano “Alfonsino Saccenti”, con il contributo di Regione Emilia Romagna

Paola Bianchi è una delle più importanti coreografe e danzatrici indipendenti italiane. Attiva sulla scena della danza contemporanea a partire dalla fine degli anni Ottanta, con i suoi spettacoli partecipa a festival nazionali e internazionali e ha curato la direzione artistica di rassegne e festival. Nel 2020 vince il Premio Rete critica per il progetto ELP.

Prenotazioni biglietti

Go to Top