FuoriFormato

FuoriFormato – Festival internazionale di danza contemporanea e videodanza è una rassegna di spettacoli, performance e videodanza dedicata alla danza contemporanea, organizzata dal Comune di Genova, curata da Teatro Akropolis, Rete Danzacontempoligure e Augenblick, realizzata con il sostegno di MiBACT e di SIAE nell’ambito dell’iniziativa Sillumina 2017 – copia privata per i giovani, per la cultura, che si svolgerà a Genova negli spazi di Villa Durazzo Bombrini, in collaborazione con Società per Cornigliano, e presso il Teatro Altrove da martedì 26 a venerdì 29 giugno 2018.

Giunto alla terza edizione, FuoriFormato conferma l’interesse del Comune di Genova e della città nei confronti della danza e delle sue espressioni, rinnovando l’attenzione ai linguaggi e alle sperimentazioni proprie della contemporaneità. Quattro giorni di danza dal vivo e videodanza, arricchiti da una sezione dedicata agli artisti Under 35. Nelle atmosfere di Villa Durazzo Bombrini e del suo parco, tre serate attraverso cui accostarsi alle visioni che animano la danza contemporanea, con artisti di livello nazionale e internazionale selezionati attraverso una call. L’ultima serata, al Teatro Altrove, dedicata alla visione dei film finalisti del contest internazionale di videodanza Stories We Dance. La sezione di spettacoli dal vivo è curata da Teatro Akropolis e Rete Danzacontempoligure, il contest Stories We Dance è curato da Augenblick.

Durante le serate sarà disponibile il servizio bar con tavola fredda.
Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

I LUOGHI

  • Villa Durazzo Bombrini, Via Ludovico A. Muratori 5, Genova Cornigliano (parcheggio gratuito)
  • Teatro Altrove, Piazza Cambiaso 1, Genova

INFORMAZIONI

Ufficio Cultura e città – Tel. 010 5573977
Teatro Akropolis – Tel. 329.1639577 | FB: FuoriFormato
info@teatroakropolis.com

PROGRAMMA

Martedì 26 giugno
Villa Durazzo Bombrini

ore 19.30

Il corpo in gioco – 30’
Performance conclusiva del laboratorio condotto da Teatro Akropolis.

ore 20.30

Cuenca/Lauro – (zero) – estratto
prima regionale – 20′ – Berlino

Un lavoro sulla demolizione delle strutture, come l’uragano fa con la casa. Sul labirinto impazzito delle nostre radici, dove si realizza l’essenza di ogni essere. Nell’azzeramento, dove tutto è fugace, si dispiega la vera vita che non ha forma.

Direzione: Elisabetta Lauro | Creazione e interpretazione: Elisabetta Lauro, César Augusto Cuenca Torres | Collaborazione artistica: Gennaro Lauro | Luci/Audio: Gaetano Corriere, Elisabetta Lauro | Produzione: Fondazione Musica per Roma, Cuenca/Lauro | Coproduzione: Ass.ne Sosta Palmizi, Ass.ne Invito alla Danza Barletta , Festival Oriente Occidente | Con il supporto di: Permutazioni Zerogrammi, Gruppo Danza Forlimpopoli, A.C.S Abruzzo Circuito Spettacolo

ore 21.10

ENZdanzateatro – 330 per il tempo che passa. Primo studio sulla temporalità
anteprima – 20′ – Genova (spettacolo extra call a cura di Rete Danzacontempoligure)

Due figure curano il procedere del tempo generando campi relazionali che sempre si rinnovano. Un continuum spazio-temporale in cui i corpi risuonano per assonanza, sfalsamento, sospensione. Uno studio che nasce dal silenzio.

Danza e Improvvisazione: Claudia D’Occhio, Roberta Messa | Interventi sonori: Massimo Pastorelli | Installazione: Mauro Panichella | Idea e coreografia: Piera Pavanello | Produzione: ENZ danzateatro sociopoetico | Con il sostegno di: Mojud Centro Studi Danza Genova

ore 21.50

Amalia Franco – A flower is not a flower, ovvero del corpo solido
prima regionale – 20′ – Taranto

Una deformazione del corpo che sale dall’interno. Il desiderio non concesso pienamente, che si gonfia e si sgonfia, cercando uno strappo per vivere. Un lavoro sul corpo e sull’utopia della sua forma stabile, ogni volta delusa dalla sua fragilità.

Di e con: Amalia Franco | Testi tratti da: Elegie Duinesi di R.M. Rilke | Luci: Anna Moscatelli | Marionetta: Amalia Franco | Costumi: Antonia Matichecchia | Oggetto di scena: Emilio Porchetti | Creazione inserita nel progetto di Residenze Artistiche del Mibact 2016/17 e ospitata da La Terra Galleggiante, Settimo Cielo, Laboratori Permanenti, Stalker Teatro

Mercoledì 27 giugno
Villa Durazzo Bombrini

ore 20.30

Caterina Basso / ALDES – Un minimo distacco
prima regionale – 20′ – Milano

In bilico tra un altrove interiore, fugace e fragile, e il peso vitale della terra. Qui un minimo distacco ci permette di guardare i nostri movimenti da fuori, di togliere peso, di attenuare quel presente che per natura è già diventato passato.

Coreografia e interpretazione: Caterina Basso | Disegno luci: Antonio Rinaldi | Produzione: ALDES | Con il sostegno di: MiBACT / Direz. Generale per lo spettacolo dal vivo, Regione Toscana / Sistema Regionale dello Spettacolo | Si ringraziano per le residenze: Peer coaching Company Blu, Firenze Open Art Project, Crexida/Fienile Fluò con il sostegno di H(abita)t, ERT/Villa Pini, Spazio Danza e Leggere Strutture Bologna | Grazie a: Silvia Berti, Erika De Crescenzo, Carlotta Scioldo

ore 21.10

Nicola Galli / TIR Danza – MARS
prima regionale – 40′ – Ravenna

Luminosità geometriche e sonorità siderali compongono uno spazio alieno dove il corpo in solitudine si svela, colonizza l’ambiente, infine evapora. In una lunga onda visiva, MARS presenta la meta più plausibile per il futuro sviluppo dell’umanità.

Concept, coreografia e azione: Nicola Galli | Costumi: Elena Massari | Elementi scenici: Andrea Mosca | Produzione: stereopsis / TIR Danza | In collaborazione con: Festival Aperto / Fondazione I Teatri di Reggio Emilia | Residenze artistiche: Kilowatt Festival, AMAT e Civitanova Danza nell’ambito di Civitanova Casa della Danza, CSC Garage Nardini Bassano del Grappa, C.L.A.P.Spettacolodalvivo Circuito Lombardia Arti Pluridisciplinari Spettacolo dal Vivo | Con il contributo di: ResiDance XL – luoghi e progetti di residenza per creazioni coreografiche, azione della Rete Anticorpi XL – Network Giovane Danza D’autore coordinata da L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino e Fondo per la Danza D’autore/Regione Emilia-Romagna 2015/2016

ore 22.10

Federica Dauri – Kheperer
prima regionale – 25′ – Roma

Un insetto osservato attraverso un microscopio. Una danza trasformativa in 45 centimetri di altezza. Una lenta metamorfosi del corpo e della percezione, frequentando la ricerca del limite fra essere umano e animale.

Ideazione/Direzione/Danza: Federica Dauri | Scultura: Egon Schrama | Composizione sonora: Danilo Colonna aka LVM

giovedì 28 giugno
Villa Durazzo Bombrini

ore 18.30

Noi_Altri. Tra danza e cittadinanza – 25’
Performance conclusiva del laboratorio condotto da Rete Danzacontempoligure

ore 19.00

Quale pubblico per la videodanza?
Tavola rotonda con i giurati di Stories We Dance Ewa Gleisner, Mariam Al Ferjani, Francesca Bennett, Giorgio Montolivo.

ore 20.30

Luca Alberti / DEOS – Giovanni Di Cicco – Memories of the past
20′ – Genova

Un silenzio chiede di essere parlato. Dubbi e sussulti si sovrappongono nelle memoria, lasciando al corpo il compito di risuonare. Il movimento si fa istinto e provocazione del ricordo, diventando disvelamento necessario del presente.

Di e con: Luca Alberti | In collaborazione con: Compagnia DEOS//Giovanni Di Cicco | Concept: Luca Alberti, Alessandra Elettra Badoino | Photo: Michael Palamà

ore 21.00

Koinè Genova – Perché mi hai abbandonato
prima assoluta – 30′ – Genova (spettacolo extra call a cura di Rete Danzacontempoligure)

La figura del padre come legge e guida. La necessità del rifiuto di un ordine precostituito per realizzare il proprio destino. Una dicotomia in cui si nasconde la coscienza di un legame necessario per comprendere il nostro essere nel mondo.

Di Cristiano Fabbri | Con: Rocco Colonnetta, Cristiano Fabbri

ore 21.50

C&C Company – PeurBleue
prima regionale – 25′ – Brescia

Piove. Per ripararsi una donna entra in un supermercato e si ritrova coinvolta in un attentato. Poi la paura: di morire, di sopravvivere, di ricordare, di dimenticare. La fine come l’inizio, in un batter d’occhio.

Di: C&C company | Produzione: Residenza Idra 2015/2016 | Con: Chiara Taviani | Disegno Luci: Violeta Arista | Consulenza drammaturgica e coreografica: Carlo Massari | Con il supporto di: Residenza produttiva Carrozzerie n.o.t, Teatri di Vita di Bologna, Pim OFF/ Milano

venerdì 29 giugno
Teatro Altrove

ore 18.00

Proiezione film finalisti Stories We Dance – videodanza nazionale Under 35. Interviene il giurato di Stories We Dance Antonio Tagliarini.

1180 AND MORE, Riccardo De Simone, IT 2016, 1’22’’ • Choreography for toilets – Experiment 1, Andrea Nevi, IT 2017, 3’36’’ • COSMOSI, Lorenzo Puntoni e Valentina Sansone, IT 2017, 1’08’’ • Il Gioco dei Ruoli, Lucrezia Delle Foglie, IT 2018, 2’20’’ • Metamorfosi, Jacopo Benini, IT 2018, 1’09’’ • Saettanti Boummm, Pietro Firrincieli, IT 2016, 1’10’’ • Some Body, Francesco Puppini & Matteo Palmas, UK 2017, 2’38’’ • Vacuum, Salvatore Insana, IT 2018, 3’04’’ • Una città che danza, dance film conclusivo del laboratorio condotto da Augenblick

ore 19.00

interior/a – interior/a @ff
20′ – Genova (spettacolo extra call a cura di Rete Danzacontempoligure)

Una narrazione trasformata in nudità caotica. Un corpo presente e trascinato nel desiderio. Una scenografia che è solo memoria frammentata, mentre il suono irrompe profondo e ci lascia in balia dei nostri demoni.

Regia: Eleonora Papapietro | Suono: Guido Affini_Doshin Studio | Corpo: Olivia Giovannini | Luce: Luca Serra | Scenografia: Alexandru Nicolae Teodorescu

ore 21.00

Proiezione film finalisti Stories We Dance – videodanza internazionale

BANG, Jan Vesala, DK 2018, 1’ (mature content) • Bird, Dunja Jocic and Marinus Groothof, NL/SRB 2016, 17’ • BODY HEAT, Matteo Marziano Graziano, IT 2018, 2’19’’ • Drop Out Bodies, Ludivine Large-Bessette, F 2017, 17’13’’ • In    , there was    ., Sarah C Prinz, USA 2017, 11’40’’ • Keeping Balance, Bernhard Wenger, A 2015, 5’13’’ • Platform 13, Camiel Zwart, NL 2015, 13’51’’ • Ravages, Alan Lake, CDN 2015, 14’ • Sink or Swim, Michiel Vaanhold, NL 2013, 10’ • This is HIT, Thomas Estournel, F 2016, 6’40’’ • Through the supermarket in five easy pieces, Anna Maria Jóakimsdóttir Hutri, FIN 2017, 8’40’’

ore 23.00

premiazione

I laboratori di FuoriFormato

UNA CITTA’ CHE DANZA
laboratorio gratuito di videodanza

condotto da Marco Longo e Alessandra Elettra Badoino (Augenblick)
nell’ambito delle iniziative del festival internazionale FuoriFormato 2018

19-23 giugno 2018
Teatro Akropolis – Via Mario Boeddu 10, Genova

Sei un videomaker o vorresti diventarlo? Un performer o un danzatore? Ti piace immaginare storie dove l’azione e il movimento contano più delle parole?

Non serve che tu sia un professionista: se hai meno di 35 anni e sei residente in Italia, puoi partecipare al laboratorio intensivo di videodanza Una città che danza, che si terrà a Teatro Akropolis. Il laboratorio è condotto da Marco Longo e Alessandra Elettra Badoino del collettivo Augenblick, una delle realtà italiane più attive nel settore della videodanza.

Potrai vivere l’esperienza di ideare e realizzare un dance film girato in città, o animarlo come performer davanti alla macchina da presa. Il risultato del tuo lavoro sarà presentato al pubblico nell’ambito di FuoriFormato – Festival Internazionale di danza contemporanea e videodanza.

Giorni e orari:
19-23 giugno 2018, ore 10-13 e 14-17

Luogo:
Teatro Akropolis

Costi:
il laboratorio è completamente gratuito

Informazioni:
Per ricevere informazioni sul laboratorio: augenblick1234@gmail.com.

Iscrizioni:
Puoi trovare tutte le informazioni per candidarti al link http://augenblick.it/fuoriformato, o andare direttamente alla call al link https://goo.gl/s8H3SY.

NOI_ALTRI. TRA DANZA E CITTADINANZA
Laboratorio gratuito di danza contemporanea

condotto da Nicoletta Bernardini e Claudia Monti
nell’ambito delle iniziative del festival internazionale FuoriFormato 2018

25-28 giugno 2018
Villa Durazzo Bombrini – Via Muratori 5, Genova Cornigliano

Il laboratorio, rivolto a giovani Under 35 residenti in Italia, si pone come occasione di riflessione e ricerca personale sulla valenza e sul significato che il linguaggio corporeo assume nella relazione fra individui. I partecipanti, nel corso dell’esperienza, prenderanno coscienza di essere “soggetti attivi”, valorizzando e comprendendo che ogni azione individuale modifica l’ambiente circostante e crea nuove strategie di comunicazione e di relazione con l’altro.

Il laboratorio inviterà i partecipanti ad indagare la relazione tra corpo e spazio, tra danza e territorio, e sarà svolto in alcuni spazi interni ed esterni di Villa Durazzo Bombrini, scelti appositamente per le loro potenzialità di interazione con l’azione e per la loro carica suggestiva.

Il laboratorio diventerà così un momento in cui un insieme di individui provenienti da culture differenti potrà unirsi intorno ad un fare comune, con particolare attenzione a valorizzare le singole creatività coinvolte in una performance finale inserita nell’ultima giornata del festival FuoriFormato.

Il laboratorio è aperto a un massimo di 15 partecipanti.

Giorni e orari:
25-28 giugno 2018, ore 15-18

Luogo:
Villa Durazzo Bombrini, Cornigliano

Costi:
il laboratorio è completamente gratuito

Informazioni e iscrizioni:
339.6409182 (Nicoletta Bernardini)
nicoberna2@gmail.com
rete@danzacontempoligure.org

Newsletter

 
  • Personal data authorization use (L.D. 196/2003)
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Contenuto non disponibile
Per visualizzare il contenuto consenti i cookie cliccando su questo banner o sul tasto OK nel banner in fondo alla pagina.

Cliccando OK e proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione. Non utilizza alcun cookie di profilazione, ma sono utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Cliccando OK e proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per informazioni aggiuntive sui cookie e sulla loro disattivazione consulta la nostra Cookie Policy.

Chiudi