Skip to content Skip to footer
Caricamento Eventi

In È qui il mio respiro Luca Bergamo ci parla di città e di cultura. Di città in cui si addensano le opportunità e le contraddizioni più laceranti dei tempi presenti, in cui nasce la cultura dei diritti e insieme si manifestano nuove disuguaglianze e nuove forme di invivibilità e di oppressione. E di cultura, come strumento fondamentale per la nascita di un pensiero critico e come idea cardine di un progetto che metta al primo posto, contro l’individualismo massificato, la cooperazione e la partecipazione.

Il tutto continuamente correlato ai grandi problemi del mondo. La finanziarizzazione dell’economia, il riscaldamento climatico, la guerra e la pace. Luca Bergamo tutto questo lo fa a partire dalla storia della sua vita, delle sue amicizie, dei suoi affetti, delle cariche pubbliche che nella sua vita ha esercitato. Per l’ONU, per l’Europa, per Roma la città della cui attività culturale è stato in un lungo arco di anni protagonista. Dall’esperienza giovanile di Enzimi, alla carica di assessore alla cultura e vicesindaco. Un libro che apre prospettive per chi ha ancora voglia di cambiare il mondo, a partire dalla sua vita e dal suo territorio, e insieme un entusiasmante diario di vita. È qui il mio respiro appunto.

Intervengono
Andrea Castanini – Vice direttore del Secolo XIX
Andrea Ranieri – saggista
Raffaella Romagnolo – scrittrice
Luca Bergamo – già Vice sindaco e assessore alla Crescita culturale del Comune di Roma

Luca Bergamo, vicesindaco di Roma con delega alla Crescita culturale dal 2016 al 2021, è stato segretario generale di Culture Action Europe dal 2011. Prima, direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, della fondazione Glocal Forum e di Zone Attive. Dal 1993 al 2003 ha lavorato alla progettazione di sistemi informativi con incursioni nell’intelligenza artificiale.

 

Al termine della presentazione l’autore sarà disponibile a firmare le copie del libro. 

Prenotazione

MENU

Go to Top