Loading Events
09 Nov
  • This event has passed.

La danza butō dai maestri alle nuove generazioni di performer

Spettacoli di Tadashi Endo, Alessandra Cristiani, Yumiko Yoshioka, incontri e mostre fotografiche

La danza butō rappresenta oggi uno dei confini più estremi del lavoro sul corpo e una della espressioni più radicali di rappresentazione. La giornata dedicata alla danza butō si configura come un evento unico, realizzato in collaborazione con Palazzo Ducale – Fondazione per la Cultura, con il patrocinio di Consolato Generale del Giappone a Milano e Istituto Giapponese di Cultura in Roma.

Ore 16.00 - Palazzo Ducale - Sala del Maggior Consiglio

Tadashi Endo [JP]
SOULS IN THE SEA
Homage to the refugees who lost their lives in the Mediterranean Sea

Durata: 40′
PRIMA ASSOLUTA

SOULS IN THE SEA è un omaggio ai morti nel Mar Mediterraneo. Rifugiati, esseri umani in fuga dalla guerra, dalla disperazione, dalla fame. Persone stipate in barche cariche di speranza per una vita sicura, per continuare a sopravvivere, per ricevere un aiuto. Una speranza che infine affonda tragicamente. I corpi di questi uomini e donne che hanno perso tutto, anche la vita, giacciono ora sul fondo del mare. Ma le loro anime non sono ferme come i loro corpi. Cosa ci direbbero se potessero riemergere?

Con il termine Butō-MA, in cui MA ha significato tanto di vuoto quanto di spazio tra le cose, Endo identifica la sua arte come espressione del campo di tensione tra ying e yang, maschio e femmina, e della loro eterna alterazione.

Di e con: Tadashi Endo

Ore 17.00 - Palazzo Ducale - Sala Liguria - ingresso libero

Danza, scrittura, libri. Il caso del butō

Incontro con Con Katja Centonze, Raimondo Guarino, Samantha
Marenzi, Alessandro Pontremoli. A cura di Samantha Marenzi.

Il caso del butō, una cultura performativa che fin dalle sue origini ha intrecciato rapporti con la scrittura e la letteratura, pone domande specifiche ai libri che ne ricostruiscono la storia e che tracciano l’avventura artistica dei suoi protagonisti, dai fondatori ai performer di ultima generazione e a coloro che a partire dal butō hanno sviluppato percorsi personali. L’incontro vuole essere un momento di confronto su questi temi a partire da un dialogo tra due studiosi di teatro e danza e due autrici più strettamente legate al butō, che hanno frequentato questa forma d’arte anche attraverso collaborazioni, relazioni e percorsi formativi diretti.

Ore 19.00 - Palazzo Ducale - Sala Liguria - ingresso libero

Corpus imaginis
(9-17 novembre)

Inaugurazione della mostra fotografica a cura di Samantha Marenzi.
Alberto Canu (fotografia/scatti), Alessandra Cristiani (danza/posa), Samantha Marenzi (fotografia/stampa). In collaborazione con Alfabeto Performativo / La Lupa (Tuscania) e Officine Fotografiche (Roma).

La mostra presenta una serie di fotografie nate durante il processo di lavoro sull’assolo di danza di Alessandra Cristiani Corpus delicti ispirato all’opera di Egon Schiele. Mentre i disegni di Schiele agiscono sul corpo – che la performer definisce in questo progetto il rifugio che ci inquieta – e alimentano la sua danza, la fotografia traduce di nuovo il corpo in immagine, e stratifica sulla sua superficie la memoria di altre immagini, e di altri corpi. Le fotografie digitali realizzate da Alberto Canu riprendono fasi di lavoro, prove e performance, momenti di esercizio sull’anatomia dei disegni di Schiele; le stampe in tecniche antiche di Samantha Marenzi restituiscono a quegli scatti la dimensione tattile e materica dell’immagine manuale, dove nella trama della carta si intesse il corpo danzante. Oltre alle cianotipie tratte dagli scatti digitali, altre versioni e altri supporti sia analogici che digitali si fanno corpo dell’immagine, su scatti di entrambi i fotografi realizzati nell’agosto 2019 durante la residenza artistica con Alessandra Cristiani presso gli spazi de La Lupa a Tuscania.

Ore 20.00 - Palazzo Ducale - Sala del Minor Consiglio

Alessandra Cristiani
Corpus delicti

Durata: 60′
PRIMA ASSOLUTA

Ispirato all’arte di Egon Schiele, Corpus delicti affronta il corpo come materia spirituale, enormità, enigma. Questi corpisegni sono l’affacciarsi a un volume materico della presenza, taciuto o muto. Corpi che gridano una via di fuga o di conquista di sé nel porsi smisurato, scardinando la proporzione aurea, lasciando che qualcosa accada impudicamente. Il corpo è una madre oscura, al di là della legge.

Alessandra Cristiani ha ricevuto la nomination Premio Ubu 2018 come miglior attrice o performer per gli spettacoli Clorofilla e Euforia.

Concept e performance: Alessandra Cristiani | Musica e suono: Gianluca Misiti | Luce: Gianni Staropoli | Produzione: PinDoc | Coproduzione: Teatro Akropolis | Con il sostegno di: Armunia Festival Inequilibrio | In collaborazione con: Lios, Alfabeto performativo | Con il sostegno di: MIBAC, Regione Siciliana

Nello spettacolo è presente il nudo.

Ore 21.30 - Palazzo Ducale - Sala del Maggior Consiglio

Yumiko Yoshioka [JP]
100 Light Years of Solitude

Durata: 60′
PRIMA NAZIONALE

Ispirata da Cent’anni di solitudine di García Márquez, Yumiko Yoshioka danza la vita di una creatura unica, nata su un pianeta a 100 anni luce dal nostro. Immaginando che laggiù questa creatura sia l’unica della sua specie, si diverte a dispiegare la sua vita, fino a quando non realizza quale sia il suo vero destino: esistere in solitudine.

Yumiko Yoshioka ha lavorato con la prima compagnia di danza butō femminile della storia e a Parigi si è esibita nel primo spettacolo butō realizzato fuori dal Giappone.

Regia, coreografia, danza: Yumiko Yoshioka | Co-regia: Miguel Camarero | Costume: Pablo Alarcon | Light design, direzione tecnica: Spiros Paterakis | Musica: Tomas Tello, Zam Johnson

Trailer

Contenuto non disponibile
Per visualizzare il contenuto consenti i cookie cliccando su questo banner o sul tasto OK nel banner in fondo alla pagina.

Biglietto singolo spettacolo: 12 €
Biglietto unico per due spettacoli: 22 €
Biglietto unico per tre spettacoli: 28 €
Non sono previste riduzioni

Vai alla pagina BIGLIETTERIA per maggiori informazioni.

Form prenotazione posti

To reserve seats please use seating reservation form in the italian language page (click on italian flag on the upper-left corner of this page).

Details

Date:
9 November
Time:
16:00 - 22:30
Event Categories:
, ,

Venue

Palazzo Ducale
Piazza Giacomo Matteotti 9
Genova, Italia

Next events

 
  1. Per una politica della performance. Il teatro e la comunità a venire

    15 November
    Museo Biblioteca dell’Attore, Genova
  2. Lenz Fondazione – IPHIGENIA IN TAURIDE. Ich bin stumm | Io sono muta

    15 November, h. 21:00 - 21:45
    Teatro Akropolis, Genova
  3. Teatro Akropolis – Pragma + Presentazione libro La latitudine profonda del teatro

    16 November, h. 20:00 - 22:10
    Teatro Akropolis, Genova
  4. Calentina Vortese – Lento_e_VioLento

    17 November, h. 15:30 - 18:40
    Teatro Akropolis, Genova
  5. Andrea Cosentino / ALDES – Kotekino Riff + Alla Bua – Pizzica pizzica. Concerto

    17 November, h. 19:30 - 22:30
    Villa Durazzo Bombrini, Genova

Newsletter

 
  • Name and surname
  • City (and Country if not Italy)
  • Personal data authorization use (GDPR n. 679/2016)
  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Contenuto non disponibile
Per visualizzare il contenuto consenti i cookie cliccando su questo banner o sul tasto OK nel banner in fondo alla pagina.

Cliccando OK e proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione. Non utilizza alcun cookie di profilazione, ma sono utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Cliccando OK e proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per informazioni aggiuntive sui cookie e sulla loro disattivazione consulta la nostra Cookie Policy.

Chiudi